Il profumo dei fiori

Così come il colore dei fiori è legato alla loro riproduzione, anche il profumo dei fiori è un fattore essenziale nella continuazione delle specie. Tutti quelle varietà di fiori che dipendono dall’impollinazione zoogama, ossia per mediazione di animali quali api, farfalle, moscerini, mosche e bombi, infatti, hanno sviluppato strategie eccezionali per riuscire a sopravvivere e tra queste c’è anche il profumo.

Nell’impollinazione zoogama sono proprio gli animali i responsabili del trasporto del polline da un fiore all’altro: per attirare a sé questi animali i fiori utilizzano il loro profumo, come una specie di esca dolcissima, a cui gli insetti non possono proprio resistere.

Da dove arriva il profumo dei fiori?

Il profumo dei fiori deriva dagli oli essenziali contenuti nei loro petali. Nel periodo di impollinazione, questi oli vengono prodotti in maggiore quantità ed il loro piacevole odore si diffonde nell’aria.

Ogni fiore ha il suo profumo e questo è dovuto alla diversa composizione chimica degli oli contenuti nei petali. Le diverse specie di insetti risultano più attratti da alcuni odori rispetto ad altri e ciò contribuisce alla maggiore probabilità di sopravvivenza della flora: se le api non resistono ai profumi fruttati e le farfalle a quelli dolci, le mosche non sanno resistere a quelli che al naso umano risultano essere fetidi.

Più piccolo il fiore, più intenso il profumo

Seppure si sarebbe portati a pensare che sono i fiori con le corolle più grandi e vistose ad essere i più profumati, non c’è niente di più sbagliato: sono i fiori piccoli, quelli che di solito passerebbero inosservati, ad emanare i profumi più deliziosi ed intensi. È il caso dei mughetti, per esempio, minuscoli, ma profumatissimi, o dei tigli e dei gelsomini, altrettanto piccoli e profumati.

Quelli che ad oggi pensiamo essere i fiori più profumati in assoluto, come le rose, il glicine e le peonie, sono frutto di secoli di sperimentazioni che hanno portato alla creazione di queste specie profumatissime e dai colori vibranti… in passato il loro profumo era molto meno intenso di quanto non sia oggi!